Subscribe to this RSS feed
Administrator

Administrator

Clorinda gestisce questo sito come amministratore

 

Situazione Tipo –Amministratore di Condominio Benevento e provincia.
Un edificio composto da 30 unità immobiliari, gestito da un Amministratore, si è ritrovato da un giorno all’altro in una situazione molto spiacevole a causa della venuta a conoscenza di alcuni inadempimenti, e per di più di una certa gravità, prodotti a sfavore del Condominio stesso. In questo caso, come sempre, abbiamo cercato di capire, grazie anche alla collaborazione dei Condòmini più addentrati nelle varie questioni, quali problemi fossero in atto sia pregressi che attuali ed eventualmente futuri (possibili come conseguenza di azioni passate). I problemi riscontrati: fatture e pagamenti vari non saldati, somme sottratte al fondo condominiale ed un clima di rabbia ed incredulità, tipico di quando le persone ripongono tranquillamente la loro fiducia nei confronti di una determinato soggetto; come è normale che sia, anche se di questi tempi è importante essere non diffidenti ma prudenti. A quel punto abbiamo cercato di risolvere le varie questioni in ordine cronologico, cercando di trasmettere quanta più serenità possibile, ma non smettendo mai di essere realisti e sinceri con i Condòmini. Di sicuro quando le problematiche si protraggono nel tempo, anche la loro soluzione ne richiede altrettanto; quindi è importante per noi, mantenere un costante contatto informativo e di aggiornamento in modo che i Condòmini non abbiano la percezione che il tempo passi senza risolvere le cose ma siano consapevoli che ogni cosa richieda i suoi tempi. Quindi un ritorno alla normalità che richiede un percorso graduale del tempo.

Wednesday, 22 May 2013 17:45

Amministratore di Condominio Potenza

Situazione Tipo –Amministratore di Condominio a Potenza.
L’edificio, da circa 2 anni gestito da altro studio di Amministrazione di Condominio; e non è stato agevole ottenere da subito la documentazione, ma i tempi sono stati ridotti anche grazie alla collaborazione di alcuni Condòmini. Anche qui i problemi riscontrati hanno riguardato fatture non saldate, ritardi negli adempimenti, ma soprattutto la sensazione dei Condòmini di non sentirsi seguiti nelle loro esigenze condominiali. Quindi dopo aver provveduto agli adempimenti dovuti fino a quel momento, ci siamo adoperati per dare inizio, gradualmente,  ad un percorso di gestione regolare, corretto e trasparente in modo da trasmettere a tutti i Condòmini una sensazione di serena gestione. La serena gestione non implica mancanza di difficoltà; ad esempio ci sono migliorie che potrebbero essere fatte ma non possono essere adempiute tendenzialmente per motivi economici. Oppure ci sono Condòmini che si convincono della validità di determinate posizioni ma in tutto o in parte sono errate e non accettano come valide le spiegazioni date, in virtù di quanto stabilito dalla Legge, dall’Amministratore. A quel punto, invece di ragionare per arrivare alla pacifica soluzione sia per sé che per gli altri, che una questione debba andare in un certo modo (a volte ci si blocca su una posizione e non ci si accorge neanche della soluzione a portata di mano), si basa la propria posizione sul fatto che il non soddisfacimento delle proprie ragioni dipenda dall’Amministratore o dagli altri Condòmini. Beh.. in questi casi cerchiamo, quando ci sono varchi per il dialogo, di agire in tal senso, sperando sempre di non dover ricorrere alle vie legali che alla fine risultano svantaggiose per tutti. Anche qui dopo un’interruzione, in parte, di dialogo sembra stiano maturando i tempi per ragionare serenamente sulla legittimità o meno di determinate richieste.
 

Situazione Tipo – Potenza

L’edificio, da circa 2 anni gestito da altro studio di Amministrazione di Condominio; e non è stato agevole ottenere da subito la documentazione, ma i tempi sono stati ridotti anche grazie alla collaborazione di alcuni Condòmini. Anche qui i problemi riscontrati hanno riguardato fatture non saldate, ritardi negli adempimenti, ma soprattutto la sensazione dei Condòmini di non sentirsi seguiti nelle loro esigenze condominiali. Quindi dopo aver provveduto agli adempimenti dovuti fino a quel momento, ci siamo adoperati per dare inizio, gradualmente,  ad un percorso di gestione regolare, corretto e trasparente in modo da trasmettere a tutti i Condòmini una sensazione di serena gestione. La serena gestione non implica mancanza di difficoltà; ad esempio ci sono migliorie che potrebbero essere fatte ma non possono essere adempiute tendenzialmente per motivi economici. Oppure ci sono Condòmini che si convincono della validità di determinate posizioni ma in tutto o in parte sono errate e non accettano come valide le spiegazioni date, in virtù di quanto stabilito dalla Legge, dall’Amministratore. A quel punto, invece di ragionare per arrivare alla pacifica soluzione sia per sé che per gli altri, che una questione debba andare in un certo modo (a volte ci si blocca su una posizione e non ci si accorge neanche della soluzione a portata di mano), si basa la propria posizione sul fatto che il non soddisfacimento delle proprie ragioni dipenda dall’Amministratore o dagli altri Condòmini. Beh.. in questi casi cerchiamo, quando ci sono varchi per il dialogo, di agire in tal senso, sperando sempre di non dover ricorrere alle vie legali che alla fine risultano svantaggiose per tutti. Anche qui dopo un’interruzione, in parte, di dialogo sembra stiano maturando i tempi per ragionare serenamente sulla legittimità o meno di determinate richieste.

 

Situazione Tipo – Amministratore di Condominio per Avellino e provincia.
Situazione apparentemente semplice ma al contempo complessa esistente all’interno di un edificio. Nell’entrare in contatto con alcuni dei Condòmini abbiamo cercato di capire quali fossero le problematiche e di conoscere le loro osservazioni in merito al tutto. A quel punto abbiamo deciso, avendo come obiettivo, attraverso la nostra attività, quello di supportare le persone nella risoluzione dei loro problemi, che soprattutto in ambito condominiale sono quasi sempre di ordine pratico e di mediazione, di assumere l’incarico per raggiungere un obiettivo fondamentale quale quello della serenità condominiale attraverso lo svolgimento del nostro lavoro. Spesso e volentieri le problematiche dall’interno si percepiscono in maniera diversa da chi può gestirle invece dall’”esterno”.. I problemi da affrontare: fatture da saldare, adempimenti fiscali scaduti, servizi di fruizione comune per i quali sono alcuni Condòmini, i più responsabili, hanno versato oltre che il dovuto anche anticipato per gli altri, incomprensioni e inadempienze inerenti il costruttore dell’edificio, somme da recuperare per l’ordinaria amministrazione ma anche per eventi straordinari sopraggiunti, valutazioni di nuovo corso per una gestione più equilibrata e trasparente, etc.. Questi problemi li abbiamo gestiti classificandoli per priorità, immediata e differita, partendo dai pagamenti delle utenze e dagli adempimenti fiscali e burocratici e proseguendo con i saldi fattura più datati, cercando di gestire il rapporto con i Fornitori favorendo una impostazione collaborativa capace di trovare il giusto compromesso soprattutto in relazione ai tempi lunghi dei saldi. Ad oggi il tutto procede e pensiamo fra non molto tempo di poter dire di essere rientrati nel processo di normalità.

<< Start < Prev 1 3 4 5 6 7 8 9 10 > End >>
Page 1 of 12